sabato 14 luglio 2012

Benedetto XVI principi non negoziabili per la Chiesa

Benedetto XVI principi non negoziabili per la Chiesa

Come cattolici, facciamo parte di una comunità morale e culturale, questo ci aiuta a fare delle scelte in politica e contribuire ad una maggiore giustizia e pace.
Per quanto riguarda la Chiesa cattolica, l'interesse principale dei suoi interventi nell'arena pubblica è la tutela e la promozione della dignità della persona e quindi essa richiama consapevolmente una particolare attenzione su principî che non sono negoziabili. Fra questi ultimi, oggi emergono particolarmente i seguenti: 
- tutela della vita in tutte le sue fasi, dal primo momento del concepimento fino alla morte naturale; 
- riconoscimento e promozione della struttura naturale della famiglia, quale unione fra un uomo e una donna basata sul matrimonio, e sua difesa dai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale; 
- tutela del diritto dei genitori di educare i propri figli. 
Questi principi non sono verità di fede anche se ricevono ulteriore luce e conferma dalla fede. Essi sono iscritti nella natura umana stessa e quindi sono comuni a tutta l'umanità. L'azione della Chiesa nel promuoverli non ha dunque carattere confessionale, ma è rivolta a tutte le persone, prescindendo dalla loro affiliazione religiosa."

2 commenti:

Enrico Pallocca ha detto...

Benedetto XVI principi non negoziabili per la Chiesa

Come cattolici, facciamo parte di una comunità morale e culturale, questo ci aiuta a fare delle scelte in politica e contribuire ad una maggiore giustizia e pace.
Noi cattolici difendiamo la vita umana dal concepimento fino alla morte naturale.
Per quanto riguarda la Chiesa cattolica, l'interesse principale dei suoi interventi nell'arena pubblica è la tutela e la promozione della dignità della persona e quindi essa richiama consapevolmente una particolare attenzione su principî che non sono negoziabili. Fra questi ultimi, oggi emergono particolarmente i seguenti:
- tutela della vita in tutte le sue fasi, dal primo momento del concepimento fino alla morte naturale;
- riconoscimento e promozione della struttura naturale della famiglia, quale unione fra un uomo e una donna basata sul matrimonio, e sua difesa dai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale;
- tutela del diritto dei genitori di educare i propri figli.
Questi principi non sono verità di fede anche se ricevono ulteriore luce e conferma dalla fede. Essi sono iscritti nella natura umana stessa e quindi sono comuni a tutta l'umanità. L'azione della Chiesa nel promuoverli non ha dunque carattere confessionale, ma è rivolta a tutte le persone, prescindendo dalla loro affiliazione religiosa."
http://enricopalloccameditazione.blogspot.it/2012/07/benedetto-xvi-principi-non-negoziabili_14.html

Terapia Campo Mentale TFT ha detto...

Benedetto XVI principi non negoziabili per la Chiesa

Come cattolici, facciamo parte di una comunità morale e culturale, questo ci aiuta a fare delle scelte in politica e contribuire ad una maggiore giustizia e pace.
Noi cattolici difendiamo la vita umana dal concepimento fino alla morte naturale.
Per quanto riguarda la Chiesa cattolica, l'interesse principale dei suoi interventi nell'arena pubblica è la tutela e la promozione della dignità della persona e quindi essa richiama consapevolmente una particolare attenzione su principî che non sono negoziabili. Fra questi ultimi, oggi emergono particolarmente i seguenti:
- tutela della vita in tutte le sue fasi, dal primo momento del concepimento fino alla morte naturale;
- riconoscimento e promozione della struttura naturale della famiglia, quale unione fra un uomo e una donna basata sul matrimonio, e sua difesa dai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale;
- tutela del diritto dei genitori di educare i propri figli.
Questi principi non sono verità di fede anche se ricevono ulteriore luce e conferma dalla fede. Essi sono iscritti nella natura umana stessa e quindi sono comuni a tutta l'umanità. L'azione della Chiesa nel promuoverli non ha dunque carattere confessionale, ma è rivolta a tutte le persone, prescindendo dalla loro affiliazione religiosa."
http://enricopalloccameditazione.blogspot.it/2012/07/benedetto-xvi-principi-non-negoziabili_14.html